Salone del Mobile Milano: biglietti, esposizioni, catalogo 2020/2021

Lo avevamo annunciato qualche articolo fa: il design riparte e a rilanciarlo è il Salone del Mobile Milano.

Salone del Mobile di Milano a Settembre 2021

Grande evento internazionale capace di richiamare professionisti da tutto il mondo, il Salone del Mobile Milano 2021 si proporrà, tra il 5 e il 10 Settembre, in una veste totalmente inedita.

Vuoi per la pandemia, che obbliga a ripensare gli eventi e gli incontri, vuoi per le esigenze dei tempi che cambiano, quest’anno il salone internazionale sarà ricco di novità.

Presieduto da Maria Porro, nuova presidentessa eletta martedì 20 luglio, la quale ha preso il posto di Claudio Luti, e diretto da Stefano Boeri, curatore internazionale con un seguito di professionisti di eguale calibro, il salone 2021 cambia nome e volto.

Si chiamerà Supersalone e sarà molto più interattivo, green e caratterizzato da un allestimento del tutto originale.

Vediamo nel dettaglio tutte le novità, il catalogo e come partecipare.

Le novità del Salone del Mobile 2021

Le novità annunciate quest’anno sono davvero tante. Il Salone del Mobile di Milano desidera, dopo la chiusura dell’anno passato, rialzarsi e dare nuova linfa al settore del design, promettendone il rilancio post-pandemia.

In vista dell’edizione 2022, che permetterà di festeggiare il suo tanto rimandato 60° compleanno, il Supersalone si proporrà come una “grande biblioteca del design”. Questa è la definizione che ne dà il sito ufficiale, anticipandone anche il nuovissimo stile dell’allestimento espositivo.

Al posto dei classici stand, l’area del salone sarà composta da pareti verticali di tipo modulare che le aziende potranno utilizzare per presentare i progetti dell’ultimo anno e mezzo di attività e creatività.

Avete capito bene: mobili e complementi d’arredo dovranno essere esposti sulla parete verticale. Come? Ogni azienda troverà il proprio stile espositivo, tramite cui esplicitare la propria personalità.

Le immagini in grafica 3D realizzate da Andrea Caputo, ideatore di questo nuovo allestimento, per anticipare l’aspetto che assumerà l’area espositiva del Supersalone, sono davvero intriganti.

Queste le parole con cui lo descrive: “una lunga superficie vettoriale, un’infrastruttura da attraversare che cambia le regole del gioco”.

Il percorso sarà intervallato da aree dedicate a convegni, talk e incontri tra le aziende.

Un nuovo allestimento, dunque, ma le novità non finiscono qui. La seconda grande novità riguarda la piattaforma digitale, già annunciata nel comunicato stampa del 28 Aprile, che rende il Salone totalmente interattivo.

Già adesso è possibile collegarsi al nuovo sito del Salone del Mobile Milano e leggere i tanti contenuti in continuo aggiornamento, ma il meglio arriverà all’apertura dell’evento.

Oltre all’interessante blog tematico, sarà infatti possibile acquistare gli articoli esposti in fiera e seguire in diretta streaming conferenze ed eventi che si svolgeranno durante la manifestazione.

Un salone green

Abbiamo parlato del nuovo allestimento, ma non vi abbiamo ancora detto tutto. Ecco l’aspetto più importante: tutti gli elementi impiegati, studiati in collaborazione con Lukas Wegwerth, potranno essere o riutilizzati o riciclati, allungandone così il ciclo di vita e riducendo rifiuti e inquinamento.

Qualche esempio?

Le strutture come le panche e le arene sono progettate per essere montate a incastro, quindi facilmente smontabili e riutilizzabili; anche i mattoni di The Lost Guardian Show potranno essere riutilizzati.

Per quanto riguarda i pannelli verticali, sono stati ottenuti con legno totalmente riciclato, dunque con un drastico taglio alle emissioni di CO2; al termine della fiera, i pannelli verranno nuovamente riciclati.

Il profilo green delle novità del Supersalone non si ferma qui. I visitatori saranno infatti accompagnati verso l’ingresso della fiera da un bosco composto da almeno 100 alberi, mentre altrettanti saranno situati all’interno delle aree espositive e delle zone dedicate al relax.

Stiamo parlando del progetto Forestami, il quale prevede il trapianto degli alberi, al termine della manifestazione, nella città di Milano.

Gli espositori del Salone del Mobile Milano 2021

Chi parteciperà a questa Superedizione del Salone del Mobile Milano? I brand che hanno aderito all’iniziativa, come ci comunicano gli ultimi aggiornamenti pubblicati sul sito ufficiale, sono 423.

Provenienti da tutta Italia e dal mondo, le aziende metteranno in mostra il meglio del design contemporaneo. Il salone mostrerà un’offerta estremamente eterogenea che andrà dalle raffinate opere in vetro soffiato di Arte di Murano alla vivace ecletticità di Seletti.

Dimensione Chi Wing Lo, Effe Perfect Wellness, Etro Home Interiors, Fonderia Artistica Ruocco, Fuoriluogo Chrome Design, Very Wood, Zanaboni sono solo alcune delle aziende che presenteranno le loro creazioni al Salone del Mobile Milano.

Come potete immaginare, non possiamo parlarvi qui di tutte e 423 le aziende partecipanti, anche se ognuna meriterebbe una menzione speciale. Per questo abbiamo scelto le 15 che ci hanno maggiormente colpiti per originalità, scelte green, popolarità o altro ancora.

Chi desiderasse conoscere i nomi di tutte le aziende che prenderanno parte a questo specialissimo Salone del Mobile Milano, potrà consultare la lista dei brand sul sito della manifestazione.

Alchymia

L’azienda fondata da Lucio Doro si distingue per l’originalità delle sue pareti verticali. Si tratta di creazioni ricche di stile e fascino che contraddistinguono da sempre la produzione di Alchymia, senza però esaurirla.

Oltre alle pareti, l’azienda produce tavoli e sedute in grado di esaltare ulteriormente il gusto raffinato e moderno degli ambienti.

Alchymia, Forest Rain
Alchymia, parete Forest Rain. Pannello in resina madreperla con decoro realizzato a mano. Immagine presa dal sito salonemilano.it

 

A lot of Brasil

Alla sua settima partecipazione, l’azienda brasiliana fondata da Pedro Franco sarà presente nel padiglione Trendy 20.

Tutti gli oggetti di alto design proposti da questa giovane e rinomata azienda sono firmati da artisti brasiliani e realizzati con materiali alternativi, in primis semi di frutti del Brasile.

L’azienda è caratterizzata, fin dal suo nascere, dal connubio artigianato / alte tecnologie che, ben lungi dal creare insipide dicotomie, si sostengono e arricchiscono a vicenda.

A lot of Brasil, ML Raiz
A lot of Brasil, ML Raiz. Tavolini in acciaio, rame e pizzo in tessuto naturale. Designer: Pedro Franco. Foto presa dal sito salonemilano,it

Beneito & Faure

Azienda specializzata nella realizzazione di lampade e faretti al led. Tutti i prodotti Beneito & Faure sono eleganti e efficienti.

Tra le soluzioni presentate sul sito del Salone del Mobile troviamo Atmos, elementi modulari disponibili in colorazione bianca e nera, i quali possono essere usati per creare composizioni personalizzate. Grazie alla tecnologia Tuya, le luci possono essere modulate a livello di colore e intensità luminosa.

Beneito & Faure, “Atmos”
Beneito & Faure, “Atmos”. Immagine presa da salonemilano.it

Caimi

Fondata nel 1949 e vincitrice di numerosi premi, la Caimi è un’azienda di alto livello che abbraccia il principio di ecodesign.

I suoi prodotti sono nella quasi totalità riciclabili in quanto monomaterici o smontabili.

Altra caratteristica dei prodotti di questa azienda italiana è la fonoassorbenza, la quale permette di vivere ambienti più rilassanti e in grado di facilitare la concentrazione.

Salone del Mobile Milano -Caimi, “Botanica”
Caimi, “Botanica”. Designer: Mario Trimarchi. Pannelli fonoassorbenti con supporto di metallo cromato. Immagine presa dal sito salonemilano.it

Campeggi

Mobili che cambiano e mutano in un continuo gioco di trasformazioni. Andando oltre il tradizionale divano-letto, Campeggi propone un catalogo ricco di divertimento e innovazione, con oggetti che cambiano e si rinnovano per non stancare mai.

Tra le proposte più accattivanti, Maracanà, il divano coloratissimo a tre piani che, oltre a fungere da “spalto domestico”, diventa anche un letto matrimoniale.

Davvero simpatica la Lazy Basketball, la sedia ideata da Emanuele Magini caratterizzata da un altissimo schienale terminante con un vero cesto da basket.

Campeggi, “Maracanà”
Campeggi, “Maracanà”. Foto presa dal sito salonemilano.it

Foscarini

Lampade realizzate tramite tecniche artigianali in sedi sparse in tutta Italia: questa è la realtà di Foscarini, azienda senza fabbrica.

Fondata a Murano nel 1981, l’azienda vanta oggi 60 serie di lampade sempre uniche e originali, capaci di creare atmosfere intime.

Tra i modelli più intriganti, Sun Light of Love di Tord Boontje, caratterizzata da una sfera costituita da raggi in acciaio e alluminio, e Caboche Plus, rinnovamento della lampada Caboche del 2005, ideata da Patricia Urquiola e Eliana Gerotto.

Salone del Mobile Milano - Foscarini, Caboche Plus
Foscarini, Caboche Plus. Materiali: PMMA, vetro soffiato, acciaio e alluminio. Immagine presa da salonemilano.it

Gianfranco Ferré Home

Parola d’ordine classicità per la linea Gianfranco Ferré Home, nata nel 2014 come nuovo ramo dell’omonima casa di moda.

Arredamento molto maschile che fa ampio uso di tweed, gessato e Principe di Galles, il suo stile inconfondibile e metropolitano può essere colto nell’attenzione al dettaglio e nell’estrema eleganza delle scelte.

Salone del Mobile Milano - Gianfranco Ferré Home, comodino Wynwood
Gianfranco Ferré Home, comodino Wynwood. Materiale: massello di faggio con rivestimento in pelle o tessuto. Foto presa dal sito salonemilano.it

Liu Jo Living

Design originali e inconfondibili quelli dei divani e delle poltrone Liu Jo Living, caratterizzati dalla possibilità di personalizzare ogni elemento con fodere e tessuti sempre nuovi.

Certo, perché caratteristica delle sedute imbottite di questa azienda italiana, fondata da Marco e Vannis Marchi e nota soprattutto nell’ambito dell’abbigliamento, è la sfoderabilità.

Tra gli articoli più interessanti, i divani Soft Island ideati da Studio Cagnazzo che, con un semplice gesto, possono essere trasformati in letti o “isole”.

Salone del Mobile Milano - Liu Jo Living, “Soft Island”
Liu Jo Living, “Soft Island”. Designer: studio Cagnazzo. Materiale: poliuretano espanso, tela idrorepellente e tessuto. Foto presa dal sito salonemilano.it

Magis

100% made in Italy per questa azienda che propone da sempre oggetti di design originali, caratterizzati da uno stile unico ed eclettico.

I prodotti Magis hanno ottenuto la certificazione ambientale FSC e la Green Guard Gold.

I materiali sono selezionati fra i più resistenti e durevoli in quanto l’azienda ha scelto di combattere contro gli sprechi dell’usa e getta, figli di un consumismo tanto sfrenato quando dannoso per l’ambiente.

Tra gli articoli che hanno maggiormente attirato la nostra attenzione, le lampade della serie Linnut. Realizzate in collaborazione con Iittala, azienda finlandese di design, e con l’artista Oiva Toikka, la collezione richiama le opere in vetro soffiato realizzate negli anni Settanta dall’artista proprio per l’azienda finlandese.

Salone del Mobile Milano - Magis, “Linnut”.
Magis, “Linnut”. Designer: Oiva Toikka. Materiali: policarbonato illuminato con luci al led. Immagine presa dal sito salonemilano.it

Magis non si dimentica del mondo e della magia dell’infanzia. Tra le sue collezioni troviamo Me Too, pensata per regalare anche ai più piccoli la bellezza di un design creato su misura per loro. Puppy è uno degli articoli della serie. Si tratta un cuccioli di cane stilizzato all’estremo, ideato dal designer Eero Arnio.

 

Salone del Mobile Milano - Magis, “Puppy”.
Magis, “Puppy”. Designer: Eero Arnio. Foto presa dal sito salonemilano,it

 

Missoni Home

Missori Home osa.

Osa decorare e sperimentare colori vivaci, accostamenti stravaganti, combinazioni nuove e inusitate.

La collezione 2021 gioca sui quattro elementi: acqua, terra, fuoco e aria. Da questi nascono i quattro temi che fanno da sfondo alle creazioni: Night Flower, Constellation, Iconic FR e Garden Light.

L’arredamento Missoni, proprio come l’abbigliamento proposto dalla nota casa fondata nel 1953 da Rosita e Ottavio Missoni, ha una personalità spiccata che si pone al centro dell’attenzione.

Tra gli articoli 2021 troviamo il divano a due posti Gravità, il pouf Pallina e il cuscino Yamagata. Tutti sono caratterizzati dai tipici tessuti fantasia della maison Missoni.

Missoni Home, divano “Gravità”.
Missoni Home, divano “Gravità”. Foto presa da salonemilano.it

Molto interessante la seduta Virgola Soft, morbidissima e ampia, la quale può essere utilizzata anche in ambiente esterno.

 

Salone del Mobile Milano - Missoni Home, isola “Virgola Soft”.
Missoni Home, isola “Virgola Soft”. Foto presa da salonemilano.it

Moretti Compact

L’arredamento Moretti Compact è perfetto per chi ama il colore. Il design giovane, moderno e coloratissimo è abbinato a un totale rispetto per l’ambiente. I mobili sono infatti realizzati con legno riciclato e trattati con vernici all’acqua atossiche, così da ridurre emissioni notive e impatto ambientale.

Le camere da letto per bambini e ragazzi della Moretti Compact hanno ricevuto il certificato Qualitas Praemium Hi Quality InDoor, che viene rilasciato a conferma della minima presenza di composti organici volatili, e il marchio COSMOB Sicurezza Certificata per l’Arredo.

Moretti Compact, letto con testata Plane Ray
Moretti Compact, letto con testata Plane Ray. Foto presa dal sito salonemilano.it

Poltrona Frau

Attiva dal 1912, l’azienda Poltrona Frau crea sedute estremamente curate, belle da vedere, ma anche comode da usare.

Le poltrone sono realizzate sfruttando un connubio perfetto tra artigianato e tecnologia. Per quanto riguarda i materiali, Poltrona Frau ha sempre un occhio di riguardo per l’ambiente; i suoi arredi sono infatti realizzati con pelle derivante da scarti dell’industria alimentare.

Poltrona Frau, Archibald King. Salone del Mobile Milano
Poltrona Frau, Archibald King. Poltrona e pouf ideati dal designer Jean-Marie Massaud. Foto presa dal sito salonemilano.it

Rexite

Semplicità e funzionalità si uniscono nelle creazioni Rexite per dare vita a arredi belli da vedere e mai banali.

Tra i suoi prodotti troviamo la semplicissima, lineare e colorata sedia Delfina, la quale vinse, nel 1979, il premio Compasso d’Oro

Rexite, sedia Delfina.
Rexite, sedia Delfina. Foto tratta dal sito salonemilano.it

Seletti

Divertente e variegata la colorata proposta di design d’arredo di Seletti. Chi ancora non conosce questa vivace realtà che opera da quasi sessant’anni, deve assolutamente rimediare!

Molte le collezioni proposte, nate da collaborazioni con designer e aziende i cui punti saldi sono la creatività e l’originalità.

Tra le collezioni più affascinanti, quella creata in collaborazione con l’artista Marcantonio Raimondi Malerba, il quale ha portato la natura e il mondo animale negli oggetti per la casa di Seletti, creando articoli insieme artistici e divertenti.

Sopra le righe anche la serie Blow, creata in collaborazione con Studio Job e caratterizzata da colori accesi e uno stile legato alla cultura pop.

Seletti + Marcantonio, “Monkey Lamp”
Seletti + Marcantonio, “Monkey Lamp”. Materiale: resina con rifiniture a mano. Foto presa dal sito dell’artista marcantonio.it

Sigma L2

Originali anche le proposte di Sigma L2, azienda con oltre cento anni di esperienza alle spalle.

Oggi diretta da Francesca Granchi e Simone Granchi, Sigma L2 propone mobili, componenti d’arredo, lampade e lampadari.

Tutte le creazioni dell’azienda sono caratterizzate da un innato senso artistico che, unito a una grande creatività e originalità, rendono tutti i prodotti eleganti e unici.

Tra le proposte che più ci hanno colpito, il simpatico vaso in maiolica VS115, totalmente realizzato a mano. Ogni pezzo, caratterizzato da un naso decorato con un anello in ferro e ottone, risulta unico.

Sigma L2, VS115.
Sigma L2, VS115. Maiolica tornita e modellata a mano con anello in ferro e ottone. Designer: Simone Granchi. Immagine presa dal sito salonemilano.it

Tacchini Italia Forniture

L’azienda Tacchini presenta nel 2021 una riedizione di una seduta storica: la sedia Pigreco ideata nel 1959 da Tobia Scarpa.

Caratterizzata dall’unione di due delle quattro gambe e da una disposizione triangolare delle stesse, la sedia Pigreco viene riproposta senza grandi cambiamenti.

I materiali in cui è proposta sono noce canaletto e frassino con imbottiture in pelle o in tessuto.

Tacchini Italia Forniture, sedia Pigreco.
Tacchini Italia Forniture, sedia Pigreco. Riedizione dell’originale di Tobia Scarpa. Foto presa da salonemilano.it

Salone del Mobile Milano: il programma

Il programma del Supersalone 2021 sarà ricco e variegato.

Saranno presenti designer indipendenti e chef di fama mondiale, oltre ad altre interessanti proposte, come i progetti di 48 scuole di design e le sedie – ben 110! – che hanno ottenuto il premio Compasso d’Oro.

Anche il cinema sarà presente al Supersalone, con 5 opere dedicate al mondo del design.

Vediamo gli eventi nel dettaglio.

The Lost Graduation Show

Mostra curata da Anniina Koivu che presenta i lavori degli studenti di 48 scuole internazionali di design, per un totale di 170 progetti.

Una vetrina importante per i giovani neodiplomati che potranno mostrare la loro creatività in uno spazio professionale e stimolante, ma anche un’ottima occasione per scoprire oggi l’ingegno e la creatività dei designer di domani.

Take Your Seat – Solitude and Conviviality of the Chair

30 sedie vincitrici del premio Compasso d’Oro e 80 insignite di menzioni di merito: questo il prezioso materiale che darà vita alla seconda importante mostra presente al Supersalone e curata da Nina Bassoli.

Incontri, conversazioni, talk

La parte culturale, ricca di incontri e dialoghi con i professionisti del settore, sarà curata da Maria Cristina Didero.

Tanti i nomi importanti che si succederanno negli spazi del salone. Tra quelli già annunciati troviamo Cecilia Alemani, direttrice artistica e curatrice della prossima Biennale di Venezia, l’artista Carsten Höller, nonché i designer Humberto Campana e Philippe Malouin.

Tra gli appuntamenti fissi:

  • la tavola rotonda alle ore 12
  • i talk alle ore 15
  • le lecture alle ore 17.

Design e cinematografia al Supersalone

Chi è appassionato di cinema potrà approfittare della collaborazione fra il Salone del Mobile Milano e il Milano Design Film Festival.

Alle ore 16 ci sarà infatti un altro appuntamento fisso che permetterà di assistere a interviste e di vedere dei docufilm collegati al tema della manifestazione.

Per i più curiosi, riportiamo i titoli e una breve descrizione dei film documentari che verranno proiettati:

  • Francesca Molteni, “Newmuseum(s). Stories of company archives and museums”: docufilm che indaga, attraverso interviste a curatori, artisti e designer, il ruolo di musei e archivi oggi, il mutamenti che hanno subito e il modo in cui possono coinvolgere il pubblico;
  • Ila Bêka e Louise Lemoine, “Tokyo Ride”: road movie che permette di conoscere il designer e architetto giapponese Ryue Nishizawa;
  • Davide Maffei, “Paradigma Olivetti”: documentario che delinea gli sviluppi dell’azienda Olivetti, dalla morte del suo fondatore fino alla presidenza di Carlo De Benedetti;
  • Belinda Rukschcio, “Precise Poetry. Lina Bo Bardi’s Architecture”: interessante documentario sull’architetta italo-brasiliana Lina Bo Bardi;
  • Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov, “Honeyland”: vincitore dell’NSCF Awards e candidato a due premi Oscar, il documentario si collega al tema della sostenibilità ambientale.

Un Supersalone super sicuro

Il periodo che stiamo vivendo richiede responsabilità e grande attenzione, soprattutto da parte di chi progetta, coordina, dirige e gestisce i grandi eventi.

Maria Porro, Stefano Boeri e tutto lo staff si stanno muovendo per dar vita a un Salone del Mobile Milano che permetta a visitatori ed espositori di vivere l’esperienza senza correre inutili rischi.

Ecco cosa dice a tale proposito la presidentessa Maria Porro: “è centrale il tema della sicurezza e per questo stiamo lavorando con tutte le Istituzioni del territorio e le realtà coinvolte affinché vivano un’esperienza in piena sicurezza a partire dal Green Pass”.

E per chi non potrà partecipare a causa di eventuali restrizioni? Nessun problema: “Grazie alla nuova piattaforma digitale del Salone del Mobile Milano con un palinsesto di eventi, dirette streaming e contenuti dedicati riusciremo a coinvolgere anche quella parte della design community che non riuscirà a viaggiare a causa delle restrizioni”.

Salone del Mobile Milano 2021: gli eventi collaterali

Il Supersalone si terrà a Rho Fiera Milano dal 5 al 10 Settembre. Molti gli eventi collaterali che, nella città metropolitana di Milano, affiancheranno la manifestazione centrale.

Oltre al Salone del Mobile, sarà possibile visitare:

  • Workplace 3.0
  • il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo
  • S.Project
  • il FuoriSalone
  • la biennale Euroluce
  • il Salone Internazionale del Bagno
  • EuroCucina
  • FTK – Technology for the Kitchen

Come partecipare

I professionisti del settore possono accedere al Supersalone durante tutta la manifestazione, previo acquisto del biglietto.

Gli appassionati avranno invece la possibilità di visitare i padiglioni dell’evento nel fine settimana.

I biglietti potranno essere acquistati online in prevendita al costo di 15€.

Chi si sposta con i mezzi pubblici avrà la possibilità di acquistare il biglietto integrato Salone del Mobile + ATM.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 7 Average: 5]

Riguardo Eva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.